Mef consiglia… Il labirinto del fauno, di Guiellermo Del Toro.

IL LABIRINTO DEL FAUNO
Di Guillermo Del Toro
Cornelia Funke
Edizione Mondadori
Ottobre 2019


Era il giorno del mio compleanno, quando vidi per la prima volta il film di Guillermo Del Toro: Il Labirinto del Fauno.
Ne rimasi così ammaliata che ritornai al cinema altre quattro volte.  Uno dei film fantasy più belli che abbia mai visto.
A distanza di anni, l’unione di due menti brillanti hanno dato vita a questa meravigliosa favola, arricchendola di magia e incanto.

Sinossi

Spagna, 1944. Ofelia è soltanto una bambina quando con la madre prossima al parto si trasferisce in un vecchio mulino tra le montagne dove il patrigno, lo spietato capitán Vidal, è di stanza per annientare i ribelli che si oppongono al regime franchista. Presto le sue amate fiabe e l’antica foresta incantata attorno alla casa divengono l’unico conforto, una via di fuga dal terrore e dal dolore che avvelenano la sua vita. Finché un giorno, guidata da una fata, si addentra in un labirinto nelle cui profondità un misterioso fauno la attende da tempo per sottoporla a tre prove di coraggio. Solo superandole, potrà fare ritorno nel Regno Sotterraneo, lei, la principessa perduta, fuggita perché sognava il mondo degli umani, e condannata a vagare sulla terra senza memoria. Sembra il finale di una fiaba. Ma quando la magia si rivelerà non meno oscura e terrificante della realtà, Ofelia dovrà scegliere cosa è disposta a sacrificare per salvare se stessa

Frammenti

C’era una volta una foresta nel Nord della Spagna, così antica che poteva narrare storie da tempo passate e dimenticate dagli uomini.


Nel Regno della Magia conoscere un nome significava possedere l’essere che lo portava.

In consiliis nostris fatum nostrum est.
Il nostro destino è nelle nostre scelte.

I segreti. Accrescono la tenebra del mondo, ma ti invogliano anche a scoprirne di più… 

Siamo noi a creare le nostre fiabe.

Tutte le cose veramente importanti si nascondono alla vista.

Sono sempre pochi coloro che sanno dove cercare e come ascoltare, questo è vero. Ma per le storie più belle,  pochi bastano.

Si narra che tanto tempo fa, in un Regno Sotteraneo, vivesse una principessa che sognava il mondo degli umani. Così ,un giorno, fuggì e venne nel nostro mondo. Ben presto il sole cancello tutti i suoi  ricordi e dimentico’ chi fosse e da dove provenisse. Alla fine morì ma la sua anima era immortale e i genitori non smisero mai di cercarla.
In Spagna, una bambina di nome Ofelia, che già a tredici anni conosceva bene il dolore della perdita, era in viaggio per raggiungere l’uomo che sua madre aveva scelto come nuovo padre. Il Capitano Vidal era un essere spietato e con un unico desiderio, annientare i ribelli nascosti nella foresta e tutti coloro che li sostenevano, come il dottor Ferreiro e Mercedes, la giovane governante.
Accanto al vecchio mulino, sorgeva un antico labirinto abitato da creature magiche e sorvegliato da un Fauno.
Egli era incaricato a ritrovare la principessa perduta e a mettere la sua anima alla prova, affinché si dimostrasse degna di varcare il portale e  far,così,  ritorno nel suo amato regno.
Con l’aiuto di un libro magico che rivela il futuro, Ofelia, dovrà affrontare tre prove: un rospo gigante, un prezioso pugnale e sangue innocente da versare.
Una storia dark ricca di avventura, speranza e  coraggio.
Perché soltanto i libri parlano delle cose su cui i grandi non vogliono sentirsi far domande: l’esistenza, la morte, il bene e il male.
E tutto ciò che conta davvero nella vita.

Francesca