Mef consiglia… E sarà bello morire insieme, di Manuela Salvi.

E SARÀ BELLO MORIRE INSIEME
di Manuela Salvi
Oscar Mondadori
Settembre 2010

Ultimo anno di liceo per Bianca e Manuel ma mentre tutto il resto della classe pensa alle interrogazioni, alla scelta dell’ università o del lavoro da intraprendere, il loro unico pensiero è tenere celato il loro amore e rimanere in vita.

Sinossi

Bianca è la figlia di un giudice antimafia. Il padre di Manuel era un boss ucciso da un clan rivale. Nello zaino di Bianca c’è un album da disegno. Dai jeans di Manuel sbuca una pistola. Quando si incontrano all’ultimo anno del Liceo Artistico, Bianca e Manuel hanno una sola cosa in comune: la passione per l’arte. Qualcosa in quel ragazzo scostante e bellissimo risveglia i sentimenti di Bianca, soffocati da tempo a causa di una tragedia familiare. Ma anche se Manuel prova lo stesso per lei, non può lasciarsi andare: i suoi doveri all’interno del clan prevedono che vendichi la morte di suo padre e segua un destino che è stato scritto per lui da tempo. Ma la passione, l’amore e la voglia di una vita diversa li uniscono sempre di più, finché Bianca metterà Manuel davanti alla scelta più difficile: tradire la sua famiglia o la ragazza che ama?

Frammenti

“Perché dovrei aver paura di morire?
Non ce n’è motivo, prima o poi bisogna pur andarsene.”

“Credo che nel mare ci siano i segreti di tutti.”

“Com’è possibile essere così vicini all’altro eppure così distanti?”

“E se anche la tua testa esplodesse di oscuri presagi, ci incontreremo  sul lato buio della luna.”

“Ma il problema è che non possiamo scegliere di chi innamorarci.”

Bianca, veste sempre di nero, ama l’arte, il suo vespone ma sopra ogni cosa amava il fratello: Daniel, stappato alla vita troppo in fretta, per una rissa finita male in discoteca.
Tutto il suo mondo crolla e rinchiusa nel suo guscio di rabbia e dolore, decide di lasciare Milano per seguire il padre in un altra città.
Lì, il giudice Prandi, dovrà cercare di far luce su un grosso caso di rifiuti tossici e cercare di tenere al sicuro Bianca.
Manuel, bello e tenebroso, ha perso il padre in uno scontro a fuoco, è stato in prigione e adesso è lui il braccio destro del Boss Di Giacomo.
Pronto a tutto per la famiglia, tra doveri, vendetta, rispetto, e un futuro già segnato.
Con l’aiuto di Bianca, Manuel, capirà che la vita non è fatta solo di ombre, sangue e morte, ma di attimi, se pur brevi, di luce e amore.
Perché la vita è un dono prezioso fatto di piccoli passi incerti cercando continuamente di scegliere la giusta direzione.

Francesca



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...