Mef consiglia… La notte che ho dipinto il cielo, di Estelle Laure.

LA NOTTE CHE HO DIPINTO IL CIELO
di Estelle Laure
Ed De Agostini
Febbraio 2016


Una storia delicata e commovente.
Una ragazza come tante, timida e insicura  che dovrà fare i conti con una grande perdita. Un’adolescenza finita troppo in fretta e tanta  voglia di riscatto su una vita che cerca sempre di metterla al tappeto.

Sinossi

Per Lucille, diciassette anni e una passione per l’arte, l’amore ha il volto della sorellina Wrenny. Wrenny che non si lamenta mai di niente, Wrenny che sogna un soffitto del colore del cielo. E poi ha il volto di Eden. Eden che è la migliore amica del mondo, Eden che sa la verità. Quella verità che Lucille non vuole confessare nemmeno a se stessa: sua madre se n’è andata di casa e non tornerà. Ora lei e Wrenny sono sole, sole con una montagna di bollette da pagare e una fila di impiccioni da tenere alla larga. Prima che qualcuno chiami i servizi sociali e le allontani l’una dall’altra.
Ma è proprio quando la vita di Lucille sta cadendo in pezzi che l’amore assume un nuovo volto: quello di Digby. Digby che è il fratello di Eden, Digby che è fidanzato con un’altra e non potrà mai ricambiare i suoi sentimenti. O forse sì?
L’unica cosa di cui Lucille è sicura è che non potrebbe esserci un momento peggiore per innamorarsi…

Frammenti

Ogni emozione deve tradursi in azione, altrimenti è inutile.

La vita è come un cuscino che rischia di soffocarmi. Chiunque sta tenendo quel cuscino, mi concede di respirare quel tanti che basta per non farmi morire.

Non andartene docile in quella notte buona. Infuriati, infuriati contro il morir della luce.

È incredibile quello che riesce a fare la pittura, come possa rendere tutto più bello.

Ci saranno cose da fare, molte domande da porre, molte risposte da dare, ma in questo momento sono seduta in mezzo alla stanza e penso che sono riuscita a trasformare una cosa brutta in qualcosa di stupendo.

Lucille é bionda con gli occhi azzurri come quelli della madre.  La sua sorellina Wrenny ha i capelli scuri come quelli del padre, ma ciò non fa alcuna differenza,  perché sono rimaste entrabe da  sole.
Un padre rinchiuso in un’istituto di igiene mentale,  una madre partita per una vacanza dalla quale non è mai più tornata.
Due ragazze forti che dovranno prendersi cura l’una dell’altra, tra scuola, lavoro e un segreto da mantenere, per non essere separate dagli assistenti sociali.
Come potranno mai farcela?
Con l’aiuto di tre angeli custodi, un’amicizia unica e lo sbocciare del vero amore.
Anche quando tutto sembra perduto e le forze iniziano a mancare, tra bollette e vestiti logori, se si ha fiducia nel prossimo, possono succedere grandi cose.

Francesca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...