Una storia del mondo in 10 capitoli e 1/2, di Julian Barnes.

Ho estratto dal cilindro magico del mio Kindle un altro romanzo particolare, una storia del mondo che ha tutto l’aspetto di un viaggio alla ricerca di un mondo nuovo passando attraverso le follie dell’umanità. “Una storia del mondo in 10 capitoli e 1/2”, di Julian Barnes mi ha divertito, stregato e a volte confuso. Mi sono avvalsa del mio diritto da lettrice, uno dei fondamentali diritti di Pennac, ossia ho fatto dei salti qui e là per il libro, le pagine da statiche diventavano frenetiche e ho dato un ritmo di lettura tutto mio.

Vi riporto la trama:

Traduttore: Riccardo Mainardi
Editore: Einaudi
Collana: Super ET
Anno edizione: 2013
Formato: Tascabile
In commercio dal: 1 ottobre 2013
Pagine: 341 p., ill. , Brossura

In dieci capitoli (e mezzo) una originale storia del mondo e dell’umanità reinventata con ironia dallo scrittore inglese, che viene ora ad affiancare le presenze di McEwan, Amis Byatt. In un continuo rimbalzare di tempi, generi, situazioni, Barnes ripercorre le grandezze e le follie della storia umana con un occhio divertito e disincantato. Unico fattore positivo, nell’inseguirsi di fanatismi e naufragi, la forza unificante dell’amore, così fragile e così invincibile.

Il primo capitolo si apre con la storia dell’Arca di Noè, e sui dettagli del diluvio universale, segue una serie infinita di dettagli sulla disposizione degli animali, sul numero delle navi che ha portato in salvo tutti gli animali. Naufragi, mobili rosicchiati, diluvi, catastrofi hanno un qualcosa che li lega e li accomuna. Ma cosa?

La storia del mondo è narrata da una creatura insospettabile… una creatura insospettabile, ma che nasconde nel suo aspetto una grande capacità di analisi e di osservazione critica. Tutto il resto è un continuo salto, avvaletevi anche voi del sacrosanto diritto di saltare alcune parti per rileggerle secondo il vostro personale ordine dei capitoli. Ma soprattutto, accettate la sfida lanciata dall’autore, provate ad immaginare un mondo nuovo e insolito.

Manu

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...