Mef consiglia… Il circo della notte, di Erin Morgenstern.

IL CIRCO DELLA NOTTE
Di Erin  Morgenstern
Ed BUR
Maggio 2017

Non avevo ancora letto nessun libro di questa autrice, così travolta dal lancio promozionale del “Mare senza stelle”, scelsi di leggerlo….
Avvalendomi della facoltà di non parlare/scrivere, non darò nessun parere in merito ma lascerò a  Manuela questo onore anche se ahimè non è proprio il suo genere ma con un po’ d’impegno e la sua testardaggine ce la farà senza dubbio.
Passiamo a “Il Circo della Notte”, libro debutto della Morgenstern e che vi suggerisco calorosamente di leggere. Se cercate un mondo di magia, mistero, sfide, illusione e soprattutto amore( che è ciò che cerco sempre io nei libri) altro non vi resta che tuffarvi tra i tendoni del Circo dei Sogni.

Sinossi
Appare così, senza preavviso. La notizia si diffonde in un lampo, e una folla impaziente già si assiepa davanti ai cancelli, sotto l’insegna in bianco e nero che dice: “Le Cirque des Rèves. Apre al crepuscolo, chiude all’aurora”. È il circo dei sogni, il luogo dove realtà e illusione si fondono e l’umana fantasia dispiega l’infinito ventaglio delle sue possibilità. Un esercito di appassionati lo insegue dovunque per ammirare le sue straordinarie attrazioni: acrobati volanti, contorsioniste, l’albero dei desideri, il giardino di ghiaccio,.. Ma dietro le quinte di questo spettacolo senza precedenti, due misteriosi rivali ingaggiano la loro partita finale, una magica sfida tra due giovani allievi scelti e addestrati all’unico scopo di dimostrare una volta per tutte l’inferiorità dell’avversario. Contro ogni attesa e contro ogni regola, i due giovani si scoprono attratti l’uno dall’altra: l’amore di Marco e Celia è una corrente elettrica che minaccia di travolgere persino il destino, e di distruggere il delicato equilibrio di forze a cui il circo deve la sua stessa esistenza.

Frammenti

Il circo arriva inaspettato. Nessun annuncio lo precede, niente volantini nè affissioni o cartelloni, nessuna menzione sui giornali. Spunta così, semplicemente, dove ieri non c’era.

Un sognatore è colui che non sa trovare la propria via se non al lume della luna.

Dobbiamo infondere impegno ed energia in tutto ciò che desideriamo cambiare.

I piaceri migliori sono sempre quelli inattesi.

A volte la vita ci conduce in luoghi inattesi. Il futuro non è mai inciso nella pietra, ricordatelo.

Siamo alla fine del 1800 quando in Inghilterra un grande illusionista di nome Prospero viene a conoscenza di avere una figlia con i suoi stessi poteri. Il suo nome è Celia.
Alexander è il più grande rivale di Prospero non che un manipolatore delle menti. I due maghi decido di sfidarsi e per farlo useranno due pedine: Celia e Marco, un giovane orfano allievo di Alexander. Il terreno di gioco sarà il circo di Lafèvre. Nessuno sa quando inizierà la sfida, nessuno sa bene le regole e ne i sacrifici che essa comporti.
Quello che i due maghi non si aspettavano e che iniziata la sfida , circa 10 anni dopo il loro incontro, i due giovani si sarebbero innamorati perdutamente ma la cicatrice di un anello alle loro dite , non smette di ricordare che sono legati da un terribile patto: Il vincitore sarà libero, il perdente morirà.
Così anno dopo anno, in un continuo mutare di eventi, il Circo, con le sue sfumature del bianco e del nero, si sposta portando con sé indovini, acrobati, contorsionisti, danzatori e la bella illusionista.
Le Cirque des Revês apre al crepuscolo e chiude all’alba. Nessuno si accorge del suo arrivo, nessuno si accorge della sua partenza. Alimentato da un antico incantesimo lanciato da Marco e protetto al suo interno dalla magia Celia.
Magnifico, imponente, con i suoi innemerevoli tendoni, immutabile nel tempo.
Celia e Marco,  tra brevi incontri e baci rubati, cercheranno di sfuggire a questa terribile sfida,   spezzare l’incantesimo che li tiene prigionieri  e soprattutto proteggere il Circo e la loro nuova famiglia ad ogni costo.
Perché se ci credi davvero, nulla è impossibile.
In fondo come diceva William Shakespeare: Noi siamo fatti della medesima sostanza di cui sono fatti i sogni!

Francesca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...