Il sussurro delle api, di Sofia Segovia

Voglio fare un esperimento, ossia commentare i libri che ho letto seguendo una sequenza cronologica ma anche tematica dei libri scelti. Ho ritrovato la voglia di leggere, ma il tempo per scrivere è sempre marginale e spesso viene scavalcato da un nuovo ordine di priorità. Per questo motivo, voglio provare a pubblicare i miei contenuti a cascata e provare a ispirare in voi, che mi leggete e seguite, la scelta delle letture seguendo le mie stesse orme.

Ho iniziato il mese leggendo una saga familiare messicana, con un pizzico di realismo magico: Il sussurro delle api, di Sofia Segovia.

Vi riporto la trama:

Editore: Rizzoli
Collana: Scala stranieri
Anno edizione: 2020
In commercio dal: 16 giugno 2020
Pagine: 496 p., Brossura

Messico, inizi del Novecento. Una grande famiglia incontra la Storia. E un bambino.

Nel leggere le pagine di Sofía Segovia non riusciamo a non sentire, forte, la voce della grande letteratura latinoamericana e a riconoscerne ancora una volta la bellezza.Sono i primi anni del Novecento e gli echi della rivoluzione hanno raggiunto, insinuandosi tra campi e colline, la campagna fertile di Linares: un laborioso, coriaceo angolo di Messico dove sorge l’hacienda dei Morales. È in questa famiglia che vive la nana Reja, l’anziana nutrice che ha cresciuto generazioni di bambini e ora trascorre i giorni sulla sedia a dondolo. Finché una mattina, vincendo la sua leggendaria immobilità, Reja s’incammina e arriva al ponte, come svegliata da un richiamo. In un viluppo di stracci, proprio lì, e circondato da un nugolo di api, c’è un neonato. Lo chiameranno Simonopio, questo bambino magico che gli insetti non pungono, questo bambino dannato che al posto della bocca sembra abbia un buco. In silenzio, il piccolo impara a leggere i voli delle sue amiche api e da quelli a capire le oscillazioni della natura e i suoi presagi. Così, mentre l’epidemia di influenza spagnola colpisce la regione e tradizioni arcaiche si infrangono contro l’onda di un tempo nuovo, la famiglia Morales si affida all’intuito di Simonopio. E costruirà grazie a lui un nuovo futuro. Il sussurro delle api è un’epopea familiare in cui la dimensione privata e le grandi vicende storiche si fondono in uno scenario di incredibile potenza visiva.

Protagonista indiscussa de Il sussurro delle api è una famiglia che vive le avversità dell’influenza spagnola, le vicende storiche si fondono perfettamente con la parte più dolce e fantasiosa legata al ritrovamento di un bambino deforme e dotato di un grande intuito legato a una comunicazione misteriosa con le api. Il loro sussurro anticipa eventi, le premonizioni si rivelano esatte ma farà di Simonopio una creatura maledetta e da alienare.

L’amore per la famiglia e per la dimensione che ne rappresenta è decisamente l’aspetto che più mi ha colpito e commosso: non si può abbandonare una creatura solo perché deforme. La potenza visiva della narrazione fa la differenza in un romanzo che ha un forte richiamo allo stile narrativo di Marquez, e le differenti voci che prendono parola danno la possibilità di cogliere tutte le sfumature e osservare il riflesso della sua luce come se fosse un prisma: un arcobaleno di sentimenti, dolore, nostalgia e malinconia rendono tutto reale e unico. E’ il classico romanzo da leggere tutto d’un fiato e come Reja, restare seduti a osservare cosa accade e godere della magia degli eventi è il vero viaggio da compiere. Non c’è limite all’amore, quando è un sentimento “vivo” non può che mutare forma ed evolversi passando dalla devozione alla disperazione.

Manu

1 Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...